Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

Invito Convegno 11 febbraio presso HIT Show (Fiera di Vicenza)

Un momento di incontro fra quanti vivono la ruralità, la caccia, le pratiche agricole come indispensabili per l’economia delle campagne e la biodiversità, in forte contrasto alla deriva animalista e abolizionista.
L’Appuntamento si svolgerà domenica 11 febbraio alle ore 11.30 a Vicenza, presso la sala Tiziano A (Hall 7) all’interno della Fiera HIT Show.
Al centro dell’evento, la volontà di rilanciare il valore del mondo venatorio, del mondo dell’agricoltura e dell’allevamento, di un ambientalismo sano e non radicale, elementi fra loro collegati che concorrono attraverso la loro attività a una corretta gestione del territorio e del patrimonio faunistico, al controllo delle specie invasive e opportuniste, e insieme agli istituti privati e al mondo produttivo contribuiscono in termini economici e occupazionali alla vita del Paese.
Una diversa e rivisitata organizzazione di ATC, CA, AFV, AATV e degli altri Istituti coinvolti nella gestione del 70% del territorio agro-silvo pastorale italiano, potrebbe sviluppare sinergie significative fra quanti sono interessati a una tutela della biodiversità non disgiunta dall’erogazione di servizi ecosistemici come la produzione di habitat e di specie, la fruizione sostenibile delle risorse, la salute, il benessere e la qualità della vita, in primo luogo delle Comunità rurali.
Improntato a queste considerazioni, a meno di un mese dalle prossime consultazioni elettorali, l’appuntamento di domenica 11 febbraio a Hit assume poi un ulteriore valenza, soprattutto di fronte a posizioni e programmi di partiti, movimenti e coalizioni che sembrano aver messo a margine del dibattito i temi della ruralità, del mondo agricolo e zootecnico, dell’attività venatoria, posta pesantemente in discussione, e di tutto il suo comparto.
Un clima che rappresenta un rischio concreto per la nostra cultura ed economia, per tutti gli appassionati di attività all’aria aperta, per ATC, CA e Aziende faunistiche che insistono e gestiscono il territorio.
Per tutte queste ragioni un incontro che riunisca tutte le componenti del mondo agro-silvo-pastorale e venatorio è un momento di confronto importante per porre le basi in essere azioni concrete e solidali per la “caccia” oggi e indispensabili per il futuro.
Sarà nostra cura inviarLe al più presto il programma completo.
Il nostro staff è a Sua disposizione per ulteriori informazioni e chiarimenti.
Con la viva speranza che possa e voglia accettare il nostro invito, porgiamo cordiali saluti.
 
 
 
Downloads