Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

MINISTERO DELLA SALUTE: Stop Glifosato !!!!

Niente proroga Ue per l’uso glifosato, l’erbicida più diffuso al mondo.
 
Il glifosato è stato classificato prima come “probabilmente cancerogeno” dall’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (Iarc) dell’Oms, poi “probabilmente non cangerogeno” dall’Agenzia europea per la sicurezza alimentare (Efsa). Per il “Comitato di esperti sui residui di pesticidi nei cibi e nell’ambiente” di Fao e Organizzazione mondiale della sanità, infine, è “improbabile che l’assunzione di glifosato attraverso la dieta sia cancerogena per l’uomo”.
 
Con Decreto del 9 agosto 2016 del Ministero della Salute:
 
revoca di autorizzazioni all’ immissione in commercio e modifica delle condizioni d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate in attuazione del regolamento di esecuzione (UE) 2016/1313 della Commissione del 1°agosto 2016.
 
A decorrere dal 22 agosto 2016 si adottano le seguenti disposizioni di modifica delle condizioni d’impiego di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva glifosate:
 
revoca dell’impiego nelle aree frequentate dalla popolazione o dai gruppi vulnerabili di cui all’articolo 15, comma 2, lettera a) del decreto legislativo n. 150/2012 quali: parchi, giardini, campi sportivi e aree ricreative, cortili e aree verdi all’interno di plessi scolastici, aree gioco per bambini e aree adiacenti alle strutture sanitarie;
 
revoca dell’impiego in pre-raccolta al solo scopo di ottimizzare il raccolto o la trebbiatura;
 
divieto dell’uso non agricolo su “suoli contenenti una percentuale di sabbia superiore all’80%" ai fini della protezione delle acque sotterranee;

Scarica il Decreto Ministeriale
 
 
 
Downloads