Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

PUGLIA: Integrate le Commissioni Provinciali per l' Abilitazione Venatoria

L'esame per ottenere il certificato di abilitazione venatoria è necessario per ottenere il primo rilascio della licenza di porto d'armi uso caccia o per la sua restituzione dopo una revoca in seguito ad una infrazione grave.
 
Per sostenere l'esame bisogna fare richiesta presso l'Ufficio Caccia della provincia di appartenenza presentando il certificato medico che attesti l'idoneità psicofisica per il rilascio del porto d'armi.
 
La commissione che gestisce gli esami viene nominata per ogni provincia dalle regioni che sceglie anche le modalità con cui verranno svolte le prove. In generale l'esame contiene nozioni su:

legislazione venatoria;
zoologia applicata alla caccia;
tutela della natura ed ecologia;
armi e munizioni;
nozioni di primo soccorso.
 
Solitamente la prova è suddivisa in due parti. Un quiz su argomenti teorici ed un colloquio di fronte la commissione con argomenti più pratici come il riconoscimento di alcune specie di uccelli, il comportamento da tenere in alcune situazioni di caccia, il riconoscimento di alcune armi e prova di maneggio di quest'ultime. 
 
La commissione valuterà singolarmente ogni candidato. In caso di bocciatura l'esame può essere riprovato la sessione successiva.
 
Nel primo anno di licenza il neo cacciatore può praticare l'esercizio venatorio solo accompagnato da un altro cacciatore che abbia conseguito la licenza da almeno tre anni o che non abbia commesso infrazioni che hanno comportato il ritiro o la sospensione stessa.
 
La Regione Puglia con D.P.G.R. ha integrato le Commissioni Provinciali per il rilascio dell'attestato di Abilitazione Venatoria per le province di Foggia, Lecce e Taranto

Per la Provincia di Foggia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 29 della L.R. n. 27/98 e dell’art. 5 della L.R. n. 12/2004, nel senso di nominare il seguente componente :  1) Sig. Maurizio IAMELE, componente effettivo “esperto in legislazione venatoria”, in sostituzione del Sig. Antonio DI MARTINO; 

Per la Provincia di Lecce ha determinato la nomina, nella Commissione di che trattasi, di: 

- Sig. Francesco Cristian MAZZOTTA, nella qualità di componente effettivo “esperto in cinofilia”, in sostituzione del Sig. Daniele Paiano; 

- Sig. Rosario Jari SPAGNA, nella qualità di componente supplente “esperto in cinofilia”, in sostituzione del Sig. Francesco Cristian Mazzotta; 

- Sig. Rocco DONGIOVANNI, nella qualità di componente effettivo “esperto in legislazione venatoria”, in sostituzione del Sig. Leonzio Miccoli; 

- Sig. Antonio PIZZILEO, nella qualità di componente supplente “esperto in principi di salvaguardia delle produzioni agricole”, in sostituzione del Sig.
Antonio Tramacere. 

Per a Provincia di Taranto, ai sensi e per gli effetti dell’art. 29 della L.R. n. 27/98 e dell’art. 5 della L.R. n.12/2004, nel senso di nominare il seguente componente:  1) Sig. Francesco D’ERRICO, Componente effettive “esperto in armi e munizioni da caccia e relative legislazione”, in sostituzione del Sig. Cosimo LARICCIA;