Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 
 

SARDEGNA: si discute di calendario venatorio

Giovedì 9 luglio 2015 si è riunito il Comitato faunistico regionale sardo per deliberare il calendario venatorio regionale 2015-2016.
 
La proposta di calendario approvata sarà ora trasmessa all’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale(I.S.P.R.A.) per acquisire il parere tecnico-scientifico – sostanzialmente vincolante – previsto dall’art. 18, comma 4°, della legge n. 157/1992 e s.m.i., predisposto in base alla GUIDA PER LA STESURA DEI CALENDARI VENATORI AI SENSI DELLA LEGGE N. 157/92, COSI’ COME MODIFICATA DALLA LEGGE COMUNITARIA 2009, ART. 42.
 
 
Queste le decisioni assunte:
* inizio il 3 e 6 settembre, con l’apertura per due giornate intere della caccia alla Tortora;
* caccia alla nobile stanziale: tre mezze giornate il 20 , 27 settembre e 4 ottobre;
* apertura generale l’8 ottobre con la caccia al Germano reale, Alzavola, Codone, Fischione, Mestolone, Moriglione, Gallinella d’acqua, Pavoncella, Frullino, Porciglione, Folaga, Beccaccino e l’inserimento di Marzaiola e Canapiglia fino al 31 gennaio 2016;
* dal 15 ottobre al 31 gennaio, fatte salve le tre mezze giornate del 20, 27 settembre e 4 ottobre, si spara alla Beccaccia;
* per Allodola, Quaglia, Merlo, Cesena, salve le tre mezze giornate, si caccia fino al 10 gennaio;
* caccia al Tordo sassello dal 15 ottobre al 31 gennaio;
* caccia al Tordo bottaccio dal 15 ottobre al 31 gennaio;
* caccia a Cornacchia grigia, Ghiandaia, Colombaccio fino all’8 febbraio;
* caccia alla Volpe fino al 31 gennaio;
* caccia al Cinghiale dal 5 novembre al 31 gennaio, il giovedì e la domenica.